Voglia di Aperitivo? sbizzaritevi con le mie salse VEGAN
Vera Tirassa - Biologo Nutrizionista Forlì - Cesena - Calisese - Online
7965
single,single-post,postid-7965,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-3.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.10,vc_responsive
 

Blog

12067376_10206862861524206_880234769_n

Voglia di Aperitivo? Sbizzaritive con le mie Salse VEGAN (Parte 2)

  |   Ricette

Ecco la seconda parte dell’articolo “Voglia di Aperitivo”. Prima di descrivere le prossime salse per fare l’aperitivo a casa con crostini di pane, patate, polpette o condimento per pasta o riso, ecco altri accorgimenti per l’aperitivo fuori casa: attenti alle salse offerte perché spesso troppo caloriche!

  • la maionese non fatta in casa spesso è troppo IPERLIPIDICA (2 cucchiai hanno circa 140 calorie). Infatti per abbassare i costi, viene usato molto olio (spesso non di ottima qualità, come l’olio di semi) e poco tuorlo d’uovo, la cui azione emulsionante viene rimpiazzata dalla lecitina di soia.
  • il ketchup ha poche calorie (2 cucchiai ha 20 kcal) però è ricco di zuccheri che aumentano la glicemia del sangue. Leggete attentamente l’etichetta per evitare di comprare ketchup con coloranti e aromatizzanti. Cliccate qui per leggere un interessante articolo scritto sul Fatto Alimentare riguardo diverse qualità di ketchup in commercio.
  • 2 cucchiai di senape apportano circa 13 kcal . Si rammenta che i termini “salsa di senape” e “mostarda” NON indicano lo stesso alimento. La mostarda si ottiene impastando la farina di semi di senape (o la loro essenza) con un mix di frutta sciroppata (termine improprio), acqua e zucchero (esiste anche la variante francese fatta con mosto d’uva), mentre le salse di senape si ottengono impastando la farina di semi di senape con aceto, sale ed eventualmente zucchero e spezie a piacimento (come chiodi di garofano, pepe bianco, curcuma e noce moscata).

1.Humus

  • 300 g di ceci secchi
  • 50 g Tahin
  • mezzo limone (succo)
  • 1 spicchio d’aglio
  • sale q.b.
  • 3-4 cucchiai di olio EVO (30-40 g)
  • paprika q.b facoltativo

Metti i ceci a bagno la sera precedente, coprendoli con dell’acqua fredda, mettendoli in un contenitore abbastanza grande da contenerli anche quando avranno raddoppiato il proprio volume. Scola i ceci e sciacquali, poi mettili a cuocere in una pentola piena di acqua bollente. Segui le indicazioni che trovi sulla confezione: cuocili per circa 40 minuti (in pentola a pressione i tempi si accorciano notevolmente). Dopo averli risciacquati frullali in un robot da cucina aggiungendo il tahin, l’aglio, l’olio, il limone e il sale. La crema che dovrete ottenere dovrà essere densa e senza grumi; se ce ne fosse bisogno, per renderlo più cremoso, è possibile aggiungere un po’ di acqua di cottura dei legumi.

Per fare prima potete usare anche i ceci in scatola però cercate di preferire i quelli freschi o secchi.

N.B. L’unico ingrediente a rischio per i celiaci è la salsa di sesamo, Tahin.


2. Pesto di pomodori secchi

  • 300 g pomodori secchi
  • 1 pomodoro fresco (80 g circa)
  • 1-2 spicchi d’aglio
  • foglie di basilico a piacere
  • circa 10 g mandorle tostate
  • olio EVO

Mettete i pomodori secchi a bagno in acqua tiepida per almeno 2 ore, dopodiché scolate e lasciate perdere l’acqua in eccesso in uno scolapasta.
Lavate il pomodoro fresco e tagliatelo a pezzetti molto piccoli con un coltello affilato, quindi metteteli da parte senza condirli per utilizzarli successivamente.
Ora mettete i pomodori secchi in un frullatore insieme a mandorle, aglio, sale e basilico e mixate non troppo finemente, in modo da ottenere una salsa ruvida e corposa. A seconda della consistenza, se necessario, aggiungete un po’ d’acqua per diluire il vostro pesto.
Infine, per completate il pesto aggiungete anche i pezzetti di pomodoro fresco e l’origano, quindi mescolate il tutto con un cucchiaio e lasciate riposare la salsa prima di servirla o utilizzarla per preparare altri piatti.


3. Maionese vegana

  • 100 ml latte di soia non dolcificato
  • uno spicchio di limone spremuto
  • 2 cucchiaini di senape
  • 1 pizzico di sale
  • olio di mais q.b. (circa 150 grammi) preferibilmente spremuto a freddo

Tutti gli ingredienti dovrebbero essere portati alla stessa temperatura, idealmente dunque a temperatura ambiente.

Mettete tutti gli ingredienti, tranne l’olio, in una ciotola e iniziate a sbattere con uno sbattitore elettrico. Aggiungete l’olio a filo finché non raggiunge la consistenza desiderata. Se serve per condire un’insalata fatela più liquida, se serve per farle dei panini fatela più densa.

Se improvvisamente vedete dei grumi nella maionese, sappiate che, come si dice in gergo, “è impazzita”, quindi avrete superato la quantità massima di olio necessaria. Per rimediare, potete aggiungere alcune gocce di limone o aceto.


4. Gauacamole (Avocado)

  • 1 spicchio d’aglio
  • 2 cucchiaio di olio d’oliva
  • 2 avocado ben maturi
  • 1 cipolla
  • 1 lime
  • Sale, pepe e peperoncino.

Iniziate tagliando gli avocado a metà, sbucciateli e privateli dal nocciolo. In un secondo momento spellateli e tagliateli a dadini. Pestate i pezzetti con una forchetta fino a ridurli a un composto cremoso. Lavate la cipolla, l’aglio e tagliuzzate molto finemente (se preferite utilizzate il mixer) e aggiungete il peperoncino all’avocado insieme al succo di lime, sale e pepe.

Esistono anche le varianti con il:

  • pomodori: spellate i pomodori, tagliateli a dadini, uniteli al composto e mescolate delicatamente.
  • cipolla rossa: sostituite la cipolla con quella di tropea rossa che da alla salsa del colore in più.
  • olive: aggiungete olive tritate alla salsa.

Lasciate risposare per 30 minuti.


5. Mousse di Melanzana (al forno) Vegan

  • 3 melanzane grandi
  • olio extravergine d’oliva 3 cucchiai da tavola
  • 2 spicchi d’aglio
  • mezzo limone
  • 1 mazzetto di prezzemolo

Lavate e spuntate le melanzane e tagliatele a metà per lungo. Disponetele in una pirofila ricoperta di carta forno e bucherellatele con una forchetta. Infornate a 220°C e fate cuocere per 30 min circa. Fate raffreddare per qualche minuto e successivamente, con l’aiuto di un cucchiaio, scavate la polpa delle melanzane. Mettete la polpa delle melanzane in un colino per togliere eventuale acqua in eccesso. Mettete ora la polpa delle melanzane, l’aglio, il prezzemolo tagliuzzato, il sale, il pepe, il limone e l’olio in un mixer. Frullate il tutto fino ad ottenere una crema liscia. Aspettate almeno un’ora per intensificare ed equilibrare gli aromi della mousse.


6. Crema di lenticchie

  • 300 gr di lenticchie rosse o marroni
  • 1 carota
  • 1/2 cipolla
  • 2-3 pomodori privati della pelle
  • 1 rametto di rosmarino
  • 4 cucchiai di olio extravergine
  • Acqua bollente
  • Sale e pepe
Seguite le indicazione sulla confezione delle lenticchie. Se sono piccole solitamente non necessitano di ammollo e si cuocono in 20 min circa.
In una pentola fate bollire dell’acqua e aggiungete i pomodori che avete inciso ad X per facilitare la rimozione. Dopo qualche minuto, quando vedete che la pellicina si inizia a togliere, scolate i pomodori, fateli raffreddare e togliete la pelle. Adesso tagliateli in pezzettini.
Tritate cipolla e carota, mettetele in una pentola con l’olio e soffriggere a fuoco dolce. Senza far dorare eccessivamente il trito di verdure, aggiungere il pomodoro, il rosmarino, le lenticchie e lasciar amalgamare sempre a fuoco lento per qualche istante. Versate l’acqua fino a coprire le lenticchie. Bollite fino a quando le lenticchie non saranno tenere. Aggiungete altra acqua se c’è bisogno (ricordatevi che non deve diventare una zuppa ma una salsa, per questo non fatela troppo liquida).
Una volta cotte, togliere il rametto di rosmarino e passarle col mixer ad immersione fino ad ottenere una crema liscia ed omogenea. Aggiungete il sale e pepe e volendo anche prezzemolo!

7. Seguite questo tag, Carote per trovare salse fatte con carote!


8. Crema di topinambur

  • 350 g topinambur
  • Acqua q.b.
  • Sale
  • 1 cipolla rossa

Cuocete il topinambur a vapore con la buccia finché non sarà morbido (20 min circa). Se non avete la vaporiera potete sbucciarli e cuocerli in poca acqua.

In una pentola fate soffriggere 1 cipolla. Unite il topinambur cotto e sbucciato, la cipolla, il sale e frullate. Se vedete che il composto è troppo compatto aggiungeteci un po’ d’acqua.


Buon divertimento e non ricordate di servire anche qualche verdura! =)